Servizi Sviluppo dell’innovazione

Per rendere più efficiente il processo di innovazione tecnologica è possibile utilizzare diversi strumenti:

  • cercare opportunità di finanziamento
  • ridurre le barriere tecnologiche e organizzative
  • creare sinergie di rete
  • affiancare l’azienda nella gestione dell’innovazione

CRIT affianca l’azienda in tutto il percorso che trasforma le idee in prodotti pronti ad entrare sul mercato

Grazie all’esperienza maturata nell’ambiente collaborativo, CRIT fornisce servizi specifici per le esigenze di grandi imprese, PMI, enti e organizzazioni

Attraverso i servizi di sviluppo dell’innovazione le aziende possono:

Alcuni esempi recenti di attività di sviluppo di innovazione svolte per nostri clienti:

  • Scrittura proposte e partecipazione a progetti nazionali (es.: Cluster Fabbrica Intelligente LINK) e europei (REEMAIN LINK, altri esempi da aggiungere)
  • Incontri di approfondimento, ricerca partenariato scrittura proposte Horizon 2020 per grandi imprese e PMI
  • Scrittura proposte bandi regionali per grandi imprese e PMI (es. Bando Innovazione Terremoto 2012)
  • Neftech Technology, rete di imprese composta da 6 aziende del Network Fornitori Accreditati
  • Valutazione start-up per premio PNI Cube
  • Due Diligence Tecnologica su start-up innovative commissionate da Venture Capital
  • Progetto LEAN per PMI
  • Gestione progetti di ricerca e sviluppo per PMI
  • E molto altro…

MONITORAGGIO BANDI

CRIT supporta l’azienda nell’individuazione delle linee di co-finanziamento più idonee e disponibili (a livello regionale, nazionale ed europeo) per co-finanziare le attività di ricerca e innovazione. Lo studio di posizionamento fornisce come output un report che mette in evidenza:

  • I sottoprogrammi Horizon 2020, e gli strumenti regionali e nazionali di finanziamento, più rilevanti per l’azienda
  • Il possibile ruolo che l’azienda può avere all’interno dei sottoprogrammi (coordinatore, end user, sviluppatore di tecnologie, etc.) tenendo conto della dimensione aziendale, dei temi di interesse e delle competenze e infrastrutture disponibili
  • L’impatto potenziale sull’innovazione in azienda (prodotto/processo)

È anche possibile per l’azienda ottenere:

  • Il monitoraggio sistematico delle opportunità offerte dal programma Horizon 2020 sulle macroaree tematiche di interesse
  • Il presidio dei momenti di dialogo tecnologico a livello nazionale ed europeo (ETP – European Technology Platforms, JTI – Joint Technology Initiatives, PPP – Public-Private Partnerships) sui temi di interesse.

L’accesso a finanziamenti pubblici per le attività di ricerca e sviluppo, infatti, richiede sempre più intensamente la frequenza ai momenti di confronto che i diversi enti finanziatori (Regioni, Ministeri, Commissione Europea) hanno appositamente stabilito con le aziende, al fine di conoscere con congruo anticipo l’emergere di opportunità, e di collaborare con l’ente pubblico nella progettazione di strumenti finanziari che rispettino le preferenze delle aziende. CRIT partecipa attivamente alle seguenti iniziative nazionali ed europee:

  • Piattaforme tecnologiche ASTER (Regione Emilia-Romagna): Meccanica-Materiali
  • Piattaforma nazionale “Alliance for Materials Italia”
  • Associazione europea EFFRA (European Factories of the Future Research Association)
  • Associazione europea SPIRE (Sustainable Process Industries Research Association)
  • Eventuali piattaforme tecnologiche europee di interesse per gruppi ristretti di aziende (es. : Photonics, Food4Life, etc.)

Torno su

SCRITTURA PROPOSTE PER PROGETTI FINANZIATI

CRIT supporta l’azienda nella strutturazione dell’architettura di un progetto finanziato (a livello regionale, nazionale ed europeo), nella definizione del “consorzio” con ricerca dei partner e la redazione e la presentazione della domanda all’ente preposto.

È anche possibile per l’azienda ottenere:

  • L’identificazione di progetti in sede CRIT e ricerca di partner nazionali e internazionali per la costituzione di Consorzi temporanei di ricerca
  • Il monitoraggio sistematico, sulle aree tematiche di interesse, dei Consorzi di ricerca in via di costituzione al fine di verificare le opportunità di adesione e partecipazione.

Alcuni esempi di attività svolte da CRIT in ambito progettuale.

  • Preparazione di proposte e partecipazione in progetti nazionali ed Europei
  • Partecipazione in Focus Group, identificazione di partners, scrittura delle proposte all’interno del programma di finanziamento della Commissione Europea Horizon 2020, sia per grandi imprese che per PMI
  • Scrittura di proposte progettuali per la partecipazione in bandi regionali sia per grandi imprese che per PMI (es. Bando Regionale Terremoto, per la Regione Emilia-Romagna 2012)
  • CONSORZIO DI RETE NEFTECH: rete di imprese costituita da 6 aziende partecipanti al Network dei Fornitori Accreditati del CRIT
  • Membri della commissione per la valutazione della migliore start-up innovativa per il premio PNI CUBE
  • Formulazione di Buone Prassi tecnologiche per start-up innovative costituite da capitali di rischio
  • Progetto LEAN per PMI
  • Gestione di progetti di R&D per PMI

Torno su

GESTIONE E RENDICONTAZIONE PROGETTI FINANZIATI

Spesso l’ottenimento di un finanziamento porta con sé la necessità di introdurre nuove procedure aziendali nelle attività di ricerca e sviluppo, al fine di assicurare, da una parte, il raggiungimento degli obiettivi tecnici di progetto e, dall’altra, il corretto sostenimento delle spese al fine dell’erogazione del contributo.

Il project management consiste nel supporto all’azienda per il coordinamento delle attività aziendali all’interno di un progetto finanziato, inclusi la gestione dei rapporti con gli altri stakeholder di progetto, la verifica costante dello stato di avanzamento delle attività, l’organizzazione di incontri periodici con gli altri soggetti, individuazione di criticità/scostamenti rispetto al piano originario, e di conseguenti azioni correttive.

Il supporto alla rendicontazione consiste, invece, nel supporto all’azienda per il corretto sostenimento delle spese di progetto ai fini della loro eleggibilità, nella raccolta della documentazione tecnico-amministrativa aziendale richiesta dall’ente finanziatore, e nell’organizzazione e revisione del materiale da consegnare per l’erogazione del contributo.

Il servizio è pensato per assicurare che, una volta ottenuto un finanziamento su un progetto di ricerca, l’azienda possa concentrarsi sulle attività di proprio interesse diretto, delegando al CRIT quegli aspetti gestionali, amministrativi e finanziari che è comunque necessario considerare per il corretto svolgimento del progetto stesso e per l’erogazione del contributo.

Torno su

DUE DILIGENCE TECNOLOGICA

Per ridurre i rischi connessi al finanziamento, gli investitori (Venture Capitalist, Banche, Fondi, ecc.) spesso richiedono un’analisi finalizzata a identificare il livello di innovatività e competitività tecnologica di un’impresa o di un progetto imprenditoriale. D’altra parte, imprenditori e inventori di aziende ad elevato contenuto tecnologico (start-up, spin-off…) possono avere la necessità di un supporto oggettivo nello stabilire il livello di innovatività e di competitività della propria tecnologia.

Grazie all’attività di Due Diligence Tecnologica, CRIT è in grado di identificare il livello di innovatività e competitività di un’impresa o di un progetto imprenditoriale, attraverso la comprensione dei relativi punti di forza e debolezza tecnologici.

La Due Diligence Tecnologica è complementare all’attività di due diligence finanziaria convenzionale, ed è fondamentale per la valutazione di aziende tecnology-based.

Le principali componenti della Due Diligence Tecnologica sono:

  • Analisi approfondita della proposta tecnologica, relativa documentazione, letteratura scientifica e technology plan
  • Analisi dello stato dell’arte e dei principali trend tecnologici ad esso associati
  • Analisi dei competitors e delle tecnologie competitive
  • Analisi dei piani di sviluppo, programmi, budget, capabilities del management.

L’output dell’attività è un report, composto da una parte riassuntiva sintetica e da una parte di dettaglio con numerosi contenuti analitici, grazie al quale il posizionamento tecnologico dell’azienda e o del progetto imprenditoriale sono illustrati in maniera chiara e comprensibile anche da personale privo di una specifica formazione tecnica sull’argomento.

CRIT ha maturato esperienza nella due diligence tecnologica di spin-off della ricerca o start-up industriali per conto di Venture Capital, Agenzie Speciali delle Camere di Commercio ed altri enti.

Torno su

CONSULENZE

Grazie alle proprie competenze, sviluppate attraverso esperienze maturate in vari ambiti, CRIT è in grado di aiutare le aziende ad innovare i propri prodotti e/o processi e stabilire strategie di innovazione tecnologica coerenti con il proprio business.

Inoltre, CRIT è in grado di fornire un supporto a Enti e Istituzioni nella progettazione ed implementazione di servizi avanzati per l’innovazione ed il trasferimento tecnologico destinati al proprio bacino di utenza.

Le attività di consulenza di CRIT sono orientate prevalentemente ai seguenti ambiti:

  • Assessment Tecnologico: CRIT fornisce un rapporto consulenziale sul posizionamento tecnologico dell’azienda, fornendo elementi di supporto per l’elaborazione di strategie di innovazione
  • Business Process Reengineering: CRIT analizza e riprogetta processi industriali (BPR – Business Process Reengineering) attraverso l’introduzione di best practices nell’innovazione tecnologica e gestionale
  • Gestione di progetti di ricerca e sviluppo multi-partner: CRIT aiuta l’azienda a definire il percorso migliore per passare dalla fase di ricerca al lancio del prodotto sul mercato, supportandola in tutte le fasi tecniche e gestionali e coordinando tutti gli attori coinvolti
  • Problem Solving Tecnologico: CRIT supporta l’azienda nell’identificazione di soluzioni inventive a problemi tecnologici che caratterizzano il suo prodotto o il processo, attraverso l’impiego di metodologie consolidate (es. TRIZ)
  • Open Innovation: CRIT aiuta l’impresa a creare network interaziendali, creando opportunità di confronto con soggetti esterni (aziende, centri di ricerca, università, ecc.) per lo sviluppo di sinergie orientate a generare nuova conoscenza ed a sviluppare innovazione
  • Servizi di Innovazione e Trasferimento Tecnologico per Enti e Istituzioni: CRIT supporta Enti e Istituzioni (Università, Centri di Ricerca, Parchi Tecnologici, Associazioni, ecc.) nella progettazione ed implementazione di servizi personalizzati, destinati a stimolare e diffondere la cultura dell’innovazione e il trasferimento tecnologico su territori, comparti e distretti industriali.

Tali attività sono condotte da team costituiti da personale CRIT e, quando necessario, da esperti qualificati selezionati da CRIT sulla base delle specifiche esigenze del cliente finale.

Alcuni esempi di attività di consulenza svolte da CRIT a favore dei propri clienti:

  • Attività di riprogettazione, secondo l’approccio LEAN Manufacturing, dell’intero processo produttivo di una PMI operante nel settore della lavorazione della lamiera
  • Organizzazione di Convegni e interventi periodici su temi legati all’innovazione in collaborazione con Bologna Business School
  • Problem Solving Tecnologico Collaborativo: CRIT ha sviluppato e implementato una modalità per affrontare la soluzione di problemi tecnologici a team inter-aziendali di tecnici specializzati.
  • Club degli Innovatori di Confindustria Modena

Torno su

TORNA SU