Casi di studio test Energy Harvesting per il monitoraggio remoto

Progetto

Energy Harvesting per il monitoraggio remoto

Cliente

Grande impresa di servizi

Esigenza

Approfondire lo stato dell'arte delle tecnologie di energy harvesting e delle applicazioni per sensori dalla locazione remota

Servizi

Scouting Stato dell'arte + Ricerca di Fornitori/Competenze

Soluzione

Scouting tecnologico orientato a definire e comprendere i dettagli delle tecnologie utilizzate nei processi di energy harvesting.

L’attività di analisi ha permesso di definire, attraverso lo studio della letteratura scientifica sull’argomento, l’insieme delle tecnologie disponibili e di comprenderne i dettagli tecnici: principi funzionali, limiti, applicabilità e prospettive di sviluppo. Sono stati poi individuati e valutati, tramite l’analisi di banche dati (brevettuali, di letteratura scientifica e di altra natura), i principali attori coinvolti nella produzione o diffusione di queste tecnologie.

Le tecnologie esistenti sono state contestualizzate nel settore e nell’applicazione specifica, in modo da poterne valutare l’utilità finale e le possibili applicazioni per l’azienda cliente.

I risultati dell’attività hanno permesso ai clienti di comprendere le tecnologie esistenti, di valutarne le caratteristiche e di selezionare, con il supporto di CRIT, la soluzione più adatta alle proprie esigenze applicative.

Richiedi info sul report della ricerca

Descrizione

Il recupero di energia rappresenta al giorno d’oggi un aspetto chiave in un’ampia varietà di settori dalla natura molto diversificata, includendo la produzione e distribuzione di energia e servizi, ma anche la produzione di apparecchiature industriali e macchinari. Con l’avanzare costante delle tecnologie elettroniche è infatti diventato sempre più importante limitare gli sprechi di energia e supportare l’utilizzo energetico di batterie e altre alimentazioni che al momento rappresentano uno degli aspetti limitanti di numerose innovazioni tecnologiche quali IoT, Sensori Smart e Wearable.

L’attività di scouting ha permesso di delineare in una prima fase i principi fisico-chimici utilizzati dalle soluzioni tecnologiche esistenti. I fondamenti di conversione sono stati descritti secondo la comune classificazione basata sulla forma di energia da riconvertire; nello specifico:

  • Energia meccanica (vibrazioni, movimenti, stress meccanici)
  • Energia termica (gradienti di temperatura)
  • Energia elettromagnetica (es: luce e fonti di onde radio)

Ogni classe è stata approfondita delineando le caratteristiche principali delle tecnologie utili a recuperare le diverse forme di energia, passando da sistemi piezoelettrici a generatori a induzione elettromagnetica, fino a generatori termoelettrici (TEG) o sistemi RFID.

In questo modo sono state definite le fondamenta per la comprensione della tecnologia e per la scelta della soluzione ottimale. Successivamente, sulla base dei requisiti presentati dall’azienda e delle applicazioni di interesse, il focus dell’attività è stato spostato verso i dettagli specifici del caso trattato, analizzando le soluzioni esistenti a livello di ricerca di base e commerciale applicabili di possibile utilità.

Infine, i principali fornitori del settore sono stati elencati e analizzati, dando una descrizione delle attività e dei prodotti offerti. In questo modo, è stato concretizzato il panorama esistente e sono stati dati gli strumenti necessari per future attività in questo ambito

TORNA SU